Il Signore degli Anelli: finalmente Amazon rompe il silenzio sulla serie

La trama, il budget milionario e la (probabile) data di uscita: Amazon Prime Video rompe il silenzio e rivela i primi dettagli sull’attesissima serie ispirata a «Il Signore degli Anelli»

Da quando Amazon Prime Video ha annunciato una serie ispirata a Il Signore degli Anelli, sono molti i fans a non aver resistito alla tentazione di scucire quanti più dettagli possibili sul progetto. Al di là dell’annuncio delle maestranze tecniche e artistiche, con un cast formato da 20 attori principali, e un budget complessivo che dovrebbe aggirarsi attorno ai 500 milioni di dollari, uno dei più alti di sempre, è la stessa Prime a rompere finalmente il silenzio e a dirci qualcosa in più sulla serie che, così come era stato anticipato, si concentrerà sulla Seconda Era della storia della Terra di Mezzo, ossia migliaia di anni prima gli eventi della saga raccontati ne Lo Hobbite ne Il Signore degli Anelli.

«Questo dramma epico porterà gli spettatori indietro in un’epoca in cui vennero forgiati i grandi poteri, i regni assursero alla gloria e caddero in rovina, improbabili eroi vennero messi alla prova, le speranze erano appese a fili sottilissimi e la più grande minaccia mai sgorgata dalla penna di Tolkien minacciava di coprire il mondo nell’oscurità» si legge nella descrizione della trama. Il riferimento, naturalmente, è alla figura di Sauron, il primo servitore del signore oscuro Morgoth che, proprio in questo periodo, sale al potere per poi venire sconfitto a conclusione di quest’era, come è mostrato nelle prime scene de La compagnia dell’anello.

C’è, però, dell’altro: «Dopo un iniziale periodo di relativa pace, la serie segue un gruppo di personaggi, sia conosciuti sia inediti, mentre affrontano il tanto temuto ritorno del male nella Terra di Mezzo. Dalle oscure profondità delle Montagne nebbiose alle maestose foreste della capitale degli elfi Lindon, fino alla mozzafiato isola-regno di Númenor e ai confini più estremi della mappa, questi regni e questi protagonisti scolpiranno un destino che, dopo la loro scomparsa, vivrà ancora molto a lungo». La carne al fuoco sembra promettere bene, mentre la produzione conferma che le riprese sono tutt’ora in corso in Nuova Zelanda: per i più ottimisti, la nuova serie ispirata all’universo talkeniano potrebbe vedere la luce già alla fine del 2021, ma è molto più probabile che Amazon si prenda ancora del tempo e la distribuisca direttamente nel 2022.

*FONTE: Vanity Fair.

Please follow and like us: